Salta al contenuto principale

Le persone con la sindrome di Down e il tempo libero: un quadro dall’Europa

PREFAZIONE

Asociația Langdon Down Oltenia Centrul Educațional Teodora, ALDO-CET coordina il progetto europeo DS LEISURE, un programma di formazione per migliorare la qualità della vita delle persone con sindrome di Down attraverso un tempo libero inclusivo.

Il programma DS LEISURE mira a formare le competenze in termini di attitudini, abilità e conoscenze delle persone con sindrome di Down, delle loro famiglie, degli specialisti e dei volontari per quanto riguarda l'implementazione di attività ricreative inclusive. www.dsleisure.eu

Al progetto, realizzato tra ottobre 2017 e settembre 2019, partecipano sei organizzazioni partner europee:

  • quattro ONG che operano nel campo della sindrome di Down - Asociatia Langdon Down Oltenia Centrul Educational Teodora, ALDO-CET, Romania; Associazione Italiana Persone Down Onlus, AIPD, Italia; Stichting Downkids international, DKI, Olanda; Down Sendromu Dernegi, DSD, Turchia.
  • due università: L'Università di Craiova, Romania, partecipa come esperto di attività di tempo libero; l'Aristotelio Panepipstimio Thessalonikis, Grecia come esperto nello sviluppo di strumenti ICT adattati alle persone con disabilità.

DS LEISURE è un progetto finanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del programma ERASMUS+ 2017.

I partner, insieme alle persone con sindrome di Down, alle loro famiglie, ai professionisti del settore e del tempo libero hanno progettato, testato e validato un pacchetto formativo, una serie di esperienze pratiche e una piattaforma online per l'implementazione della metodologia formativa..
 

INTRODUZIONE

Il programma di formazione DS LEISURE è rivolto a persone con disabilità intellettiva che possono svolgere attività ricreative con o senza supporto. Il programma offre strumenti di apprendimento per la pianificazione del tempo libero e per l'implementazione del piano personale progettato.
 

IL PROBLEMA

A seguire le indagini condotte in ogni paese partner, sulle abitudini delle persone con sindrome di Down nel proprio tempo libero. Alla ricerca hanno partecipato 883 persone con sindrome di Down di tre fasce di età: 11-14 anni; 15-22 anni; oltre i 23 anni. Le informazioni raccolte hanno messo in evidenza che:

  • La maggior parte delle persone con sindrome di Down nel campione di analisi trascorre il tempo libero a casa o in attività organizzate dalle associazioni di appartenenza, insieme ai loro coetanei e professionisti.
  • Le persone con sindrome di Downi che hanno l'abitudine di recarsi in ambienti di svago sono sempre accompagnate sia da operatori delle organizzazioni di appartenenza o da persone di supporto, e mai solo da amici.
  • La maggior parte delle persone con sindrome di Down del campione di analisi non ha l'abitudine di andare a concerti, teatro, cinema, mostre o biblioteca; non organizza anniversari o feste in club/discoteca; non va a picnic, né a partite di calcio/palla a mano/palla/pallavolo; né visita le istituzioni statali, amministrative e politiche.
     

LE SOLUZIONI PROPOSTE DAL PROGETTO

  • Ogni partner ha organizzato un workshop a cui hanno partecipato adulti con sindrome di Down, genitori, volontari, persone di supporto, professionisti dell'educazione e rappresentanti di ambienti legati al tempo libero.
  • I partecipanti con la sindrome di Down hanno analizzato e votato le attività del tempo libero preferite, su cui poi si sono sperimentati ad organizzarle ed effettuarle.
  • Come risultato, il Consorzio DS LEISURE ha progettato la guida metodologica per il programma di formazione e ha organizzato sessioni di lavoro per la sua validazione insieme agli stessi partecipanti.
  • Sulla base dei risultati ottenuti e dei bisogni individuati, sono stati prodotti i materiali per la formazione delle competenze necessarie alla progettazione e all'organizzazione del proprio programma di tempo libero.
     

RISULTATI

Il consorzio DS LEISURE ha progettato e pubblicato quattro categorie di prodotti:

  • COMPENDIO – una presentazione sintetica del concetto formativo di DS LEISURE attraverso una sintesi degli obiettivi, dei contenuti della formazione e delle lezioni, dei metodi di insegnamento e delle competenze perseguite.https://www.dsleisure.eu/it/node/99
     
  • WORKBOOK PER FORMARE LE PERSONE CON DISABILITÀ INTELLETTIVA - cinque lezioni che invitano gli allievi:
    1. pensare alle attività del tempo libero, che vogliono sperimentare;
    2. progettare un piano personale per il tempo libero basato sulle proprie scelte e su importanti fattori di supporto;
    3. redigere il programma settimanale evidenziando il tempo libero personale;
    4. identificare le fasi necessarie per lo svolgimento di un'attività ricreativa e le persone di supporto;
    5. trasformare il piano personale in un piano di attività; mettere in pratica e presentare il piano di attività.
      L'allievo si autovaluta la propria attività, rispondendo con l'aiuto di icone a una serie di domande.
      https://www.dsleisure.eu/it/node/99
       
  • SET DI LINEE GUIDA PER OPERATORI: Strumenti di supporto ai professionisti del tempo libero e alle persone di supporto. Una serie di guide: metodologiche, per formare il formatore, i formatori, i formatori, l'apprendimento attraverso il fare, la pratica delle attività esperienziali e le schede di valutazione. https://www.dsleisure.eu/it/node/99
     
  • E-LEARNING PLATFORM: -costruito in sezioni separate per studenti e formatori o istruttori. I corsi online sono basati su esercitazioni, scenari virtuali e informazioni didattiche e sono accessibili tramite registrazione diretta. http://it.dsleisure.eu/
     

VALIDAZIONE DEI MATERIALI FORMATIVI

E' stata effettuata in tutti i paesi partner, con tre modalità:

  1. Tramite esercitazioni pratiche e giochi di ruolo;
  2. Attraverso la gestione diretta di attività di tempo libero e la conseguente messa in pratica delle competenze acqusitie rispetto a: consapevolezza della propria persona, assertività, creatività e potere risolutivo, richiesta di aiuto e utilizzo del sistema, capacità di fare scelte, comunicazione e orientamento, ecc.;
  3. E-learning attraverso giochi elettronici, scenari virtuali ed esercizi online per lo sviluppo personale, aumentando la consapevolezza di sé e l'indipendenza, aumentando la fiducia nelle scelte personali e la motivazione intrinseca.

Il modello di lavoro si basa sulla tecnica del dialogo, nel contesto della teoria dell'autodeterminazione e della pianificazione centrata sulla persona, con un'enfasi sulle attività ricreative “inclusive”, con l'obiettivo di aumentare l'autoconsapevolezza e garantire l'ambiente di apprendimento reciproco.

L'approccio si basa su domande costruite intorno ai desideri e ai bisogni del discente; personalizzazione con particolare attenzione al potenziamento della capacità di trovare una soluzione creativa per tutti; auto-direzione e creazione di contatti per lo sviluppo personale; identificazione del proprio sistema (famiglia, vicini, amici, amici) che può creare inclusione e aprire nuove opportunità.

Le lezioni sono concepite in un linguaggio semplice, con scambi di conoscenze ed esperienze all'interno del gruppo, sostegno reciproco e responsabilizzazione come coordinatori di gruppo dei partecipanti con la sindrome di Down che già conoscono o fanno certe attività.

L'apprendimento avviene attraverso il dialogo di gruppo, il lavoro di supporto, il lavoro individuale, il gioco di ruolo e gli esercizi di comunicazione.

SUPPORTI

Il programma di formazione DS LEISURE ha come presupposti il rispetto, il riconoscimento e l'accettazione delle differenze tra le persone; l'ascolto attivo, l'espressione della propria voce interiore, il porre domande, il coinvolgimento nei temi del dialogo e la seria considerazione del contributo di ogni partecipante.

Il Consorzio DS LEISURE ringrazia gli utenti e i collaboratori per il loro coinvolgimento e dedizione!

CONDIVIDIAMO LE NOSTRE CONOSCENZE SUL TEMPO LIBERO!

Share this post

Comments ()